Posturologia e odontoiatria

L’equilibrio articolare non risiede solo nella bocca,

ma in tutte le articolazioni del corpo umano e pertanto questo approccio terapeutico riesce a migliorare molti disturbi associati alle malocclusioni, soprattutto nei soggetti in crescita.

CHE COSA E’ 

I moderni approcci per la valutazione delle posture si avvalgono di sofisticate apparecchiature in grado di valutare parametri utili per definire determinati atteggiamenti fisiologici e, talvolta, patologici. L’uso di sofisticate apparecchiature è fondamentale per una visita e diagnosi completa ed approfondita. Tra gli strumenti di cui si avvale abbiamo:

  • la pedana stabilometrica, munita di specchio che consente la visualizzazione globale del paziente; 
  • l’elettromiografo o “TEETHAN” che registra l’attività muscolare, misurando il bilanciamento dell’occlusione dentale;
  • il podoscopio per l’analisi plantare dei piedi e retro talloni;
  • il Cervical Test per analizzare la flessione del rachide cervicale attraverso movimenti rivolti verso destra e sinistra e con rotazione della testa.

 

COSA RISOLVE 

Consentire ai vari specialisti di lavorare in team (posturologo, con la collaborazione di fisiatra ed osteopata), così come avviene nella nostra struttura, permette di intervenire e correggere la postura a lungo termine e ridurre il più velocemente possibile i disturbi collegati.

 

A CHI E’ ADATTO 

Pazienti in età evolutiva, per cui è favorevole intervenire ancor prima dell’adolescenza.

 

MODALITA’ DI TRATTAMENTO

Il trattamento prevede la valutazione del paziente nella sua totalità, sia con strumenti di valutazione (prima citati) che con test dinamici e statici, partendo dall’appoggio plantare e salendo fino all’articolazione temporo mandibolare, o viceversa.

 

BUONE RAGIONI PER FARLO 

Una cattiva postura può provocare:

  • Cervicalgia
  • Rigidità e dolori muscolari
  • Mal di testa
  • Affaticamento agli occhi;
  • Acufene (fischio o ronzio alle orecchie);
  • Vertigini o giramenti di testa;
  • Formicolio alle braccia o mani (parestesie);
  • Difetti di circolazione alla testa;
  • Problemi mandibolari e masticatori;
  • Problematiche della colonna vertebrale;
  • Mal di schiena (schiacciamenti, protrusioni, ernie, sciatica);
  • Artrosi (anca, ginocchio, caviglia);
  • Predisposizione a distorsioni;
  • Dolori ai piedi e alle dita;
  • Scorretto appoggio dei piedi;
  • Cattiva circolazione;
  • Cattiva digestione (reflusso gastrico o ernia iatale);
  • Problemi respiratori (asma da sforzo, apnee notturne);
  • Rallentamenti del metabolismo e dell'energia giornaliera.

APPUNTAMENTO

A seguito di prima visita con odontoiatra/ortodonzista, si fisserà appuntamento per visita posturale, al fine di avere un quadro completo per lo sviluppo del piano di cure.